Remissione in bonis per sismabonus

riammessi nei termini con piccola sanzione

La legge di conversione del D.L. 11/2023 ha previsto la possibilità di beneficiare della remissione in bonis anche per i casi di tardiva presentazione dell’asseverazione per gli interventi che fruiscono del sismabonus. La prima dichiarazione utile entro cui adempiere, versando 250 euro di sanzione, è la prima dichiarazione dei redditi nella quale deve essere esercitato il diritto a beneficiare della detrazione della prima quota costante dell’agevolazione. Di conseguenza, sono esclusi i soggetti che hanno già presentato tale prima dichiarazione considerata utile, oppure quelli che, entro il 31.03.2023, hanno comunicato l’opzione per la cessione del credito o per lo sconto in fattura.

Condividi l'articolo:

Ultime News

22Mag2024
L’art. 4, c. 1 D.L. 39/2024, inserendo l’art. 121, c. 3-bis nel D.L. 34/2020, dispone che la presenza di debiti erariali superiori a 10.000 euro non consente la compensazione dei crediti d’imposta disciplinati dallo stesso art. 121. Il blocco opera se è
18Apr2024
contratto commercio da luglio la prima rata dell'una tantum
23Gen2024
La Cassazione, con la sentenza n. 2129/2023, ha stabilito il dovere del commercialista di effettuare la segnalazione di operazione sospetta della società cliente di cui tiene la contabilità, che ha effettuato numerosi ed ingenti prelevamenti per contanti